Chiare, fresche, dolci acque

“Ma chi […] si sentirà avvinto dal fascino del torrente, dall’acqua azzurra e limpidissima, dai salti della trota al calar del sole, non lascerà il torrente fino a che le gambe gli si conserveranno solide da permettergli di percorrere senza pericolo le impervie sassaie, da una pozza all’altra, da una piana all’altra.
Sergio Perosino

Gli ambienti di acqua dolce, anche se rappresentano soltanto lo 0,3% della superficie delle terre emerse, hanno un’importanza fondamentale per la vita sul pianeta. Infatti, oltre a fornire l’acqua indispensabile per l’esistenza di tutti gli organismi, uomo compreso, sono tra gli ambienti più ricchi di biodiversità, ospitando oltre 126.000 specie di piante e di animali. L’acqua dolce forma corsi d’acqua e laghi, dove è possibile osservare e scoprire la meravigliosa e sorprendente complessità della vita acquatica. Lungo ruscelli, torrenti e fiumi, accompagnati dal piacevole gorgoglio di raschi, salti e cascate, immersi nel lussureggiante verde di foreste ombrose, vi faremo strada alla scoperta dei bellissimi abitanti e della loro vita affascinante; i pesci, i veri padroni di casa del fiume, gli anfibi, sospesi a metà tra acqua e terra, le libellule, i tricotteri, le effimere ed i plecotteri, insetti acquatici da giovani, volatori da adulti. Questi organismi sono oggi utilizzati per valutare l’inquinamento degli ambienti acquatici, attraverso il calcolo di indici (come l’IBE, il MacrOper, l’ISECI, l’ICMi), e noi potremo svelarvi il funzionamento di questi interessanti sistemi.