Toscana Fuori Sentiero nasce dall’unione di alcune Guide Ambientali Escursionistiche (GAE), animate dalla passione per l’escursionismo inteso non come attività sportiva, ma come il modo più intelligente e soddisfacente per esplorare le bellezze naturali e storiche che la nostra splendida regione è in grado di offrire.

L’escursionismo, come lo intendiamo noi, non è fatto di kilometri da contare, dislivelli da accumulare e tempi da battere, ma di panorami da abbracciare, particolari da osservare, suoni da ascoltare e profumi da respirare.

Il nome del nostro sodalizio, Toscana Fuori Sentiero, vuole richiamare il fatto che esiste un mondo al di fuori delle realtà turistiche toscane più note: paesaggi pressoché sconosciuti al pubblico — e spesso anche ai residenti — in grado di suscitare al visitatore emozioni e curiosità.

La salvaguardia di molti di questi luoghi è legata a doppio filo al turismo. Infatti siamo convinti che un’orda di turisti “mordi e fuggi”, interessati solo a collezionare mete, sia devastante; ma siamo anche convinti che far conoscere e apprezzare questi luoghi a visitatori coscienti e interessati rappresenti l’unico modo per poterli tramandare intatti.

Camminare in un ambiente naturale, in un sito archeologico o in un piccolo centro storico permette di conoscere, osservare e penetrare a fondo la bellezza dei paesaggi, le particolari presenze faunistiche e floristiche, la storia del territorio.

Questo è il modo con cui noi intendiamo fare escursionismo. Saremo ben contenti, se vorrete, di accompagnarvi alla scoperta di tali luoghi, trasmettendovi il nostro entusiasmo e facendovi scoprire i segreti che la nostra bella Toscana ancora nasconde.

Logo Toscana Fuori Sentiero